Il percorso di affermazione di genere
Una persona può sentirsi confusa rispetto alla propria identità sessuale e quindi aver bisogno di fare dei colloqui psicologici per capire meglio come si sente.

Alcune persone transgender intraprendono un percorso di affermazione di genere (chiamato anche transizione). Tale percorso può essere di tipo sociale, quando una persona transgender decide di presentarsi in linea con la propria identità di genere (per esempio una persona che si sente donna e che indossa abiti femminili) o decide di cambiare il nome sui propri documenti. Quando una persona transgender decide di assumere anche una terapia ormonale e/o di fare degli interventi chirurgici per avvicinare il corpo a come si sente, allora il percorso di affermazione di genere è anche di tipo medico. In questo caso, è necessario che la persona si rivolga a un centro con professionisti specializzati in salute transgender. Infotrans.it offre un elenco di strutture, presenti sul territorio nazionale, in grado di fornire questo tipo di servizi nella sezione "Mappa dei servizi".

Di solito, il primo professionista che le persone transgender incontrano è uno psicologo o uno psichiatra. Questo non perché le persone transgender siano malate, ma perché potrebbero avere bisogno di tale figura per vari motivi. Una persona può sentirsi confusa rispetto alla propria identità sessuale e quindi aver bisogno di fare dei colloqui psicologici per capire meglio come si sente. Potrebbe non accettarsi, oppure essere in difficoltà ad aprirsi con i propri familiari, amici o al lavoro (la cosiddetta fase del coming out). In generale, una persona transgender potrebbe avere bisogno di un supporto psicologico per affrontare situazioni delicate e anche per riflettere su quale percorso sia il migliore al fine di stare bene. Inoltre, è importante che una persona che desideri fare una terapia ormonale e/o successivi interventi chirurgici abbia delle conoscenze corrette e delle aspettative realistiche rispetto a tali percorsi. Questo al fine di non andare incontro a delusioni e di prendere decisioni consapevoli. Le persone transgender hanno bisogni che cambiano da persona a persona, non tutte hanno bisogno di un percorso di affermazione di genere.

Lo psicologo lavora sempre in stretto contatto con i colleghi medici che possono essere psichiatri, endocrinologi, ginecologi, chirurghi. In particolare, può succedere che alcune persone transgender soffrano di depressione, ansia, disturbi del comportamento alimentare o che siano a rischio di suicidio. In tali casi, il lavoro dello psicologo avviene in sinergia con quello dello psichiatra che valuterà la necessità o meno anche di una terapia farmacologica.


Bibliografia

Coleman E, Bockting W, Botzer M, et al. Standards of Care for the Health of Transsexual, Transgender, and Gender-Nonconforming People, Version 7. International Journal of Transgenderism. 2011; 13:165–232.

Glossario

Glossario

Una raccolta dei termini più usati relativi all'identità di genere spiegati in maniera semplice.

Scopri quali

Partner

UNAR
Unione Europea
PON
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Infotrans è un progetto finanziato nell'ambito del PON Inclusione con il contributo del Fondo Sociale Europeo 2014-2020